SANDS ZINE

Avorio Erotic Movie

Pur avendo superato le cento produzioni ed aver girato tra i generi, tutti noi sappiamo bene che se siamo in cerca di buon noise-rock dobbiamo rivolgerci proprio all’etichetta di Mirko Spino che negli ultimi tempi, come tante altre volte in passato (vedi da ultimo, i dischi di Hell Demonio, Gerda, Agatha, Almandino Quite Deluxe), ci ha deliziato con svariate perle del genere. “Avorio erotic music” è un compendio delle musiche dello scorso decennio, opportunamente adattate, tagliate e cucine; l’iniziale you, you & you ci proietta tra Scratch Acid e i connazionali One Dimensional Man (influenza che ricorre più volte, vedi anche bunny love is dead e le bluesy tokyo’s train e love factory (i’m not a toyboy), potrebbe essere tranquillamente un potenziale hit), the akille’s hell ci riporta alla mente i compianti Man or Astroman?, big bluff e lolita riaggiornano Jesus Lizard (da notare nel primo pezzo una bellissima coda strumentale) e Rye Coalition; sempre bunny love is dead si apre e si chiude con un arpeggio post-hardcore (Slint e derivati), mentre nera si rivolege al pop e alla sensualità dei New Wet Kojak. L’originalità un po’ latita ma il talento per sopperire a questo c’è e si sente; bravi, cresceranno ancora.

Alfredo Restelli - Sands Zine