MUSIC ON TNT

Avorio Erotic Movie

Proprio ultimamente ho avuto la possibilità di riscoprire uno dei registri maggiormente sopravvalutati del cinema underground degli anni sessanta-settanta, tal Russ Meyer e le sue “ipertettute” Vixen. Dopo molti anni, un trio di musicisti catanesi ha deciso di omaggiare Meyer, depositando alla Siae il nome di una neonata band: Ultravixen. L’ensamble musicale darà alle stampe “Avorio erotic movie” proprio con l’inizio del nuovo anno; l’album, ascoltato in anteprima, sembra far trapelare striature garage-punk e sporco r’n’r, attraverso le liriche di Alessio Edy Grasso, voce e chitarra del trio. Il debut album si apre con la disturbata “You You You”, tra rock and roll old style e una sezione ritmica tendente al noise. Il groove iniziale evolve verso un sound grezzo e granuloso che ben si collega alla seguente “The akille’s hell”. Quest’ultima rappresenta l’essenza di un garage punk coinvolgente ed eruttivo, molto vicino alle sonorità dei Fu Manchu, come confermano la sudicia e tirata “Bit Bluff” e la trainante “Lolita”, brano che forse meglio sintetizza l’essenza degli Ultravixen. Non mancano inoltre accenni post-grunge come in “Bunny love is dead”, tanto catartica e ciclotimia, quanto ironicamente bislacca. “Avorio erotic movie” appare sin dal primo ascolto un disco difficilmente inquadrabile, ma senza dubbio piacevole per estro e brama d’espressione.

Loris Gualdi - Music on TNT