IL TIRRENO

Avorio Erotic Movie

Ancora un altro gruppo che omaggia il più celebrato tra i registi indipendenti americani, quel Russ Meyer la cui nota passione era filmare formose ragazze, per lo più poco vestite, anche se poi le sue qualità d'artista erano ben più profonde, ma tant'è. Se poi aggiungiamo che il titolo di questo album d'esordio degli Ultravixen, nei negozi a gennaio, è “Avorio Erotic Movie”, diventa forte il sospetto di avere che fare con l'ennesima formazione che ama celebrare il connubio sesso e rock'n'roll. Poi guardiamo le biografie e scopriamo che il trio conta ex membri di Jerica's e Jasminshock. Allora la faccenda si complica, giacchè si tratta di due tra le più significative band catanesi in ambito post-rock e noise. Ecco svelato l'arcano: l'ascolto delle tracce che compongono questo lavoro chiarisce che sì, il blues più sporco, ritmato e venato di garage è la principale fonte d'ispirazione, ma il retaggio delle due band d'origine non si dimentica. Davvero una miscela intrigante, resa ancor più appetibile dall'ottima resa sonora, con l'aiuto anche di Bob Weston (Shellac). Un lavoro che sa essere potente ed aggressivo al punto giusto, specchio fedele delle travolgenti esibizioni live del terzetto.

Guido Silotto - Il Tirreno