Il Mucchio Selvaggio

Avorio Erotic Movie

Il nome della band è un omaggio al regista underground Russ Meyer e a uno dei suoi film-culto, "Beneath the Valley of the Ultravixens". Stessa carica erotica e debordante fisicità nella musica degli Ultravixen, power-trio catanese che nasce dall'incontro-scontro tra elementi di due indie noise band siciliane, i Jasminshock (Alessio, chitarra, theremin e voce; Mr Nunzio Jamaika, basso e voce) e i Jerica's ("Fabulous" Carmelo, batteria e backing vocals). Il gruppo prende le mosse da un concerto ai Mercati Generali di Catania in occasione di un festival organizzato da Indigena, etichetta dei Jerica's. "Avorio Erotic Movie" è il primo album e si annuncia già come una delle migliori uscite del nuovo anno, essendo un concentrato di quanto di meglio è stato prodotto dal rock underground negli ultimi venti anni: il math-rock di Chicago (Rapeman e Shellac), il garage-blues della prima Blues Explosion, il noise dei catanesi Uzeda. Il disco unisce l'impatto fisico del r'n'r più sporco e travolgente, il rumore assordante e disturbante del noise, il feeling del blues, le ritmiche sbilenche del post-punk e della new wave. Registrato e prodotto da Fabio Magistrali a Milo (ai piedi dell'Etna), masterizzato a Chicago da Bob Weston, è un ideale ponte di congiunzione tra la Chicago post-rock e Catania. Un album che scuote e tramortisce sin dal primo ascolto e ha le stesse caratteristiche dell'amore descritto nelle sue nove tracce: sudicio, sudato, sensuale e sfasciato. Tellurico e devastante come il vulcano che li ospita. Anche questa volta, centro pieno della Wallace.

Gabriele Barone - Il Mucchio Selvaggio